Dalla Regione Emilia-Romagna 80mila euro per il progetto di Carpi Fashion System e Unione delle Terre d’Argine sulle fibre naturali e recuperate

0
27
Anno di pubblicazione: 2024

Grande soddisfazione per il finanziamento del progetto che riguarda le fibre naturali e quelle recuperate.

Fibre naturali e fibre recuperate: quali competenze, progettualità, impianti e investimenti sono necessari per completare la circolarità nel tessile?, questo il titolo del progetto promosso dall’Unione delle Terre d’Argine insieme a Carpi Fashion System e Fondazione Democenter-SIPE che ha ottenuto, per il biennio 2024-2025, 80mila euro dalla Regione Emilia-Romagna, nell’ambito dei fondi del bando ‘Laboratori territoriali per l’innovazione e la sostenibilità delle imprese’.

Vista l’approvazione del PUG con linee strategiche centrate sulla sostenibilità del comparto produttivo, l’insediamento nel territorio del corso di studi universitario in ingegneria della sostenibilità, le relazioni internazionali dei partner coinvolti, i progetti per l’industrializzazione della produzione di fibre naturali (esempio progetto WaterRetting4.0) e del recupero di fibre (esempio progetto Ri-uso), il progetto ha l’obiettivo di coinvolgere stakeholder territoriali e imprese per individuare strumenti, competenze e tecnologie necessarie per chiudere in modo sostenibile la circolarità nelle filiere del tessile contribuendo alla riduzione degli scarti; le azioni proposte mirano a promuovere l’innovazione sostenibile del sistema per attrarre, formare e creare le competenze necessarie a garantire l’analisi delle proprietà dei materiali, la valutazione della loro idoneità per determinati utilizzi e stimolare gli investimenti per laboratori di ricerca nella produzione sostenibile con i filati da riuso, avviare progetti di ricerca e percorsi di innovazione.