3D per la maglieria: oggi all’Istituto Vallauri di Carpi una lezione che continua il rapporto tra imprenditoria e formazione

0
9
Anno di pubblicazione: 2024

Una mattina con gli esperti per conoscere il software 3D per i capi di maglia creato da Logica, azienda del territorio che rappresenta un’eccellenza nel campo

Continuano le occasioni di contatto tra mondo del lavoro e scuola: questa mattina, gli studenti dell’Istituto Vallauri di Carpi hanno partecipato a un incontro promosso da Carpi Fashion System dal titolo 3D per la maglieria.

Realizzato nell’ambito del percorso di formazione specificatamente dedicato alla principale specializzazione produttiva per la quale le aziende del Distretto del tessile-abbigliamento di Carpi sono diventate famose nel mondo – la maglieria, per l’appunto –, nel corso dell’iniziativa gli studenti dell’indirizzo moda hanno potuto dunque incontrare e confrontarsi per due ore con i tecnici di Logica, azienda di Mirandola specializzata nella creazione di software e automazioni per le macchine tessili.

Nello specifico, i partecipanti hanno potuto assistere alla presentazione di Paintknit, un programma unico nel suo genere, un software la cui elaborazione ha consentito all’azienda di realizzare un prodotto in grado di consentire la progettazione 3D di capi di maglieria: non si tratta di un aspetto scontato, per il fatto che il prodotto di maglieria, a differenza di abiti prodotti con altri tessuti, non è uniforme nella propria composizione, e rende dunque estremamente complessa la realizzazione di un modello 3D realistico, che possa far comprendere a stilisti e progettisti come il capo ‘cade’ in maniera verosimile sugli avatar del mondo virtuale.

La mattinata ha rappresentato dunque l’occasione, per i giovani del Vallauri, di comprendere una volta di più quanto stimolante possa essere il settore della moda sul territorio, e quante conoscenze e discipline differenti siano implicate nel suo sviluppo.

Carpi Fashion System è il progetto di sostegno alle aziende del Distretto di Carpi promosso da CNA, LAPAM-Confartigianato, Confindustria Emilia, insieme a Camera di Commercio di Modena, Fondazione Democenter-SIPE, ForModena e Comune di Carpi, con il determinante contributo di Fondazione CR Carpi.